ATTUALITÀ
12 gennaio 2023

Regolamento dispositivi medici, AIO: niente fretta, o si rischia di avere apparecchi poco sicuri e prestazioni più costose

Mauro Miserendino, Ufficio Stampa AIO

I ritardi nell’applicazione dei Regolamenti europei sui dispositivi medici 745/17 e sui dispositivi in vitro 746/17 rischiano di ripercuotersi sulla qualità dell’assistenza al paziente, e si rende necessario uno slittamento degli obblighi certificativi in capo ai produttori.

La Commissione Europea ha chiesto all’Europarlamento un regolamento per prorogare i termini di entrata in vigore dei nuovi requisiti. Nei giorni scorsi si è riunito il gruppo di lavoro Materiali Dentali e Dispositivi medici del Consiglio Europeo dei Dentisti, braccio della Commissione. Nella rappresentanza italiana, AIO con il presidente Gerhard Seeberger ha sottolineato come una transizione troppo rapida al nuovo regime possa comportare rischi per la sicurezza stessa del paziente.

Al CED si è parlato anche di novità su amalgama e nanoparticelle.

 

Immagine di copertina by ASphotofamily/Freepik

Advertising
Advertising
Advertising
Advertising
Advertising