NEWS

02 dicembre 2020

TAR Liguria respinge il ricorso di CAO La Spezia per l’annullamento del provvedimento di autorizzazione sanitaria del comune al centro dentalpro dp13 di La Spezia

Ufficio Stampa DentalPro


Milano, 2 Dicembre 2020 - Carenza dei requisiti igienico-sanitari e autorizzazione rilasciata a un soggetto non autorizzabile tra le eccezioni contestate dalla Commissione dell’Albo degli Odontoiatri di La Spezia, che aveva impugnato davanti al TAR l’autorizzazione sanitaria rilasciata al Centro Dentistico DentalPro DP13 all’interno del polo commerciale “Le Terrazze” a La Spezia.
I giudici hanno rigettato il ricorso, sostenendo che le società odontoiatriche legittimamente autorizzabili come titolari di ambulatori odontoiatrici non devono sottostare a ulteriori requisiti se non quelli previsti dalla normativa regionale di riferimento. Inoltre, a seguito di un approfondimento di ASL5, i locali del Centro sono stati ritenuti idonei ad essere utilizzati come ambulatorio odontoiatrico. Nessuna conferma quindi a problematiche o divieti nell’erogazione di servizi odontoiatrici all’interno di poli commerciali.

La sentenza smentisce quanto auspicato da Sandro Sanvenero – Presidente CAO La Spezia – che, commentando a Giugno 2020 la vicenda su una rivista di settore, a seguito di un approfondimento richiesto in prima battuta dai giudici, riteneva le contestazioni della Commissione da lui guidata legittime e corrette. A ciò si aggiunge anche la condanna della Commissione a pagare oltre 4.000 euro per ciascuna delle parti resistenti costituite (Comune di La Spezia, DP13 e Direttore Sanitario).

Grande soddisfazione da parte dei legali dello Studio Stefanelli & Stefanelli, che hanno seguito la vicenda e commentano così la sentenza: “La CAO di La Spezia ha sollevato una serie di questioni veramente infondate e del tutto strumentali, sostenendo la carenza di requisiti igienico-sanitari (che in realtà era stati tutti verificati e comprovati dagli Enti preposti al controllo e verifica degli stessi) e, altresì, messo in dubbio che vi fosse la possibilità per una società non STP di essere titolare di una attività sanitaria (questione già pacificamente risolta dall’articolo 1, comma 153, Legge n. 124/2017 e riconosciuto dallo stesso Tar Liguria). La condanna alle spese legali in capo alla CAO palesa con chiarezza che il giudice ha valutato questa iniziativa del tutto priva di qualsiasi logica e fondamento”.

Michel Cohen, Fondatore e Amministratore Delegato del Gruppo DentalPro, dichiara “La giustizia trionfa anche davanti a biechi tentativi di screditare non solo un Gruppo come il nostro, ormai consolidato con 180 regolari autorizzazioni in tutta Italia, ma anche il Comune di La Spezia, che ben ha fatto a difendere il proprio operato conforme con la Legge, respingendo al mittente l’ennesimo tentativo della CAO di mettere davanti a tutto i propri interessi di bottega, tentativo stavolta fallito miseramente. Ci vorrebbero leggi più severe contro il conflitto di interessi tra chi controlla e i controllati”.

'