NEWS

11 maggio 2020

Viceministro Sileri: concluso l’iter di approvazione delle indicazioni operative per gli studi odontoiatrici e disponibilità a valutare incentivi fiscali

By Redazione Management Odontoiatrico



Ieri 10 maggio si è svolta una diretta Facebook organizzata da Gaetano Ciancio, Presidente CAO Salerno e dall’Ordine dei Medici e degli Odontoiatri della provincia salernitana. Presenti dunque Giovanni D’Angelo, Enrico Gherlone, Antonella Polimeni, Carlo Ghirlanda e Viceministro Pierpaolo Sileri per parlare delle linee operative per la Odontoiatria. Ciancio, moderatore degli interventi, ha dato la parola quasi subito al Viceministro Sileri, che ha ringraziato, come poi ribadito da tutti gli intervenuti, per la grande sensibilità durante l’emergenza dimostrata verso la “causa” odontoiatrica.

Sileri esordisce sottolineando la grande celerità con cui si è mosso il gruppo dell’odontoiatria rispetto ad altre categorie anche di medici, rapidità dovuta secondo Ciancio anche alla specifica attività imprenditoriale degli studi dentistici. Nel suo intervento rassicura che il documento ha già avuto il parere favorevole da Silvio Brusaferro e che le modifiche richieste sono solo due, riguardanti i camici, che non dovranno essere sterili e il ricambio d’aria, con la diminuzione dei cicli. L’iter burocratico potrebbe concludersi già oggi. Le linee operative non dovranno essere validate dalle regioni, ma piuttosto in certi casi subire piccole restrizioni. Gherlone, che ha promosso con il Viceministro la stesura di questo documento, nel suo intervento ribadisce che la celerità era necessaria per difendere con la riapertura degli studi i collaboratori e i pazienti, tenendo in considerazione che rispetto ad altri studi medici si lavora a pochi centimetri di distanza dalla bocca del paziente e si usano aerosol.

Le raccomandazioni cliniche, precedenti al Covid-19, continuano ad essere attive e sono tutte secondo l’evidenza scientifica, mentre queste indicazioni pur riferendosi alle conoscenze attuali richiedono ancora verifiche, essendo in continua evoluzione e quindi il tavolo costituito è permanente. Le indicazioni partono da un presupposto drastico: comportarsi come se tutti i pazienti fossero positivi al Covid-19. Grazie alla Cao si è perseguita la linea dura, linea che sarà tale fintanto che non ci saranno dei rallentamenti dell’incidenza del virus. Invia però un messaggio di tranquillità ai colleghi: allungare i tempi di lavoro sì e riguardo alle prestazioni indifferibili il criterio è discutibile e soggettivo. Nel ringraziare il Ministro, gli fa presente che i dentisti si ricorderanno di questo aiuto che di fatto è diretto ai cittadini.

Sia Ghirlanda, Presidente Andi Nazionale, che Iandolo Presidente Cao Nazionale, raccolgono richieste di modifiche operative dalla base, che potranno essere un supporto per variazioni successive, necessarie sia alla luce di nuove conoscenze che all’operatività ed applicabilità stessa dell’attuale documento. Però entrambi vogliono fare un’ulteriore richiesta a Sileri affichè prenda in considerazione incentivi e sgravi fiscali per l’aggravio dei costi delle prestazioni, da cui per ora l’odontoiatria è stata esclusa.

Sileri invita a fare delle proposte per poter velocemente prenderle in considerazione forme di incentivi, perché in primis il Ministero non desidera questi costi accessori gravino sul prezzo delle prestazioni stesse. Iandolo propone uno sgravio fiscale del 100%, mentre in Germania si è provveduto – cita- a dare 12 euro a prestazione come contributo.
Nel corso del suo intervento la Professoressa Polimeni, Preside della Facoltà di Medicina e Odontoiatria più grande in Europa, precisa che il documento è indicato come linee guida operative e che saranno valide per tutte le specialità mediche testa-collo che già guardano al documento con interesse. Sono valide anche nelle strutture pubbliche.

Gherlone conclude ribadendo che le dichiarazioni fatte in questa diretta Facebook corrispondono a quanto è realmente accaduto e che non si deve dare retta a quanto si legge.

“Oggi vi abbiamo detto quanto è veramente vero ed accaduto”.

'