NEWS

16 aprile 2020

COVID-19: indagini e test epidemiologici. Proposta AIO al Ministro della Salute Roberto Speranza

L’industria degli eventi e della Live Communication
lancia un grido di allarme: servono aiuti concreti alle aziende e un piano di ripartenza
Milano, 27 aprile 2020: senza eventi, concerti, convention, congressi, fiere, il nostro Paese perde visibilità nel mondo, fatturato interno e mette a rischio una industry che raccoglie circa 570mila lavoratori.
Un grido d’allarme che arriva non solo dalle voci note di Tiziano Ferro, Vasco Rossi e Laura Pausini, ma soprattutto da agenzie, associazioni e imprese del mondo degli eventi, dei congressi e della Live Communication, che si sono riuniti sotto l’hashtag #ItaliaLive, un progetto che vuole portare all’attenzione dell’opinione pubblica e delle istituzioni una grave crisi economica e sociale che sta attraversando il settore.

By Mauro Miserendino, Ufficio Stampa AIO

Riportiamo la lettera inviata dall’Associazione Italiana Odontoiatri, a firma del Presidente Nazionale Fausto Fiorile, al Ministro della Salute On. Roberto Speranza, in merito alla proposta degli studi odontoiatri ad effettuare ai pazienti in ingresso, indagini e test epidemiologici a fini statistici e/o a supporto dell’attività svolta dal SSN.

AIO Associazione Italiana Odontoiatri, in rappresentanza dei Medici Odontoiatri libero professionisti italiani, grazie ai colleghi che operano all’interno dei propri Studi professionali capillarmente distribuiti sul territorio nazionale, si rende disponibile ad eseguire ai pazienti in ingresso negli studi, indagini e test epidemiologici a fini statistici e/o a supporto dell’attività svolta dal SSN.

Tali esami, a titolo meramente esemplificativo, potrebbero essere rappresentati da: valutazione della temperatura corporea dei pazienti, grado di saturazione dell’ossigeno nel sangue, esecuzione di tamponi per la diagnosi di infezione da Covid-19, test rapidi sierologici per il dosaggio delle IGG e IGM. Qualora la disponibilità da noi offerta fosse accolta dall’Autorità Sanitaria, tutte le indagini che dovessero essere effettuate sulla popolazione, verrebbero naturalmente svolte a titolo gratuito da parte dei Medici Odontoiatri, con il solo onere dei costi relativi ai tamponi e/o test rapidi eventualmente utilizzati, a carico del SSN o dei pazienti stessi.

I dati da noi rilevati in qualità di operatori sanitari certificati, potrebbero essere quindi forniti all’Autorità Sanitaria per uno studio epidemiologico eseguito su un campione statisticamente significativo della popolazione. Ovviamente tale attività potrebbe essere facilmente estendibile coinvolgendo tutte le Strutture odontoiatriche italiane anche non esclusivamente afferenti agli Associati AIO.

Certi che tale iniziativa potrebbe rivelarsi molto utile per l’intera collettività, restiamo a disposizione per ulteriori eventuali approfondimenti.

L’occasione è gradita per porgere cordiali saluti.
Il Presidente Nazionale
Fausto Fiorile

'