NEWS

25 aprile 2019

Il DL Crescita reintroduce dal 1 aprile il superammortamento

L’industria degli eventi e della Live Communication lancia un grido di allarme: servono aiuti concreti alle aziende e un piano di ripartenza
Milano, 27 aprile 2020: senza eventi, concerti, convention, congressi, fiere, il nostro Paese perde visibilità nel mondo, fatturato interno e mette a rischio una industry che raccoglie circa 570mila lavoratori.
Un grido d’allarme che arriva non solo dalle voci note di Tiziano Ferro, Vasco Rossi e Laura Pausini, ma soprattutto da agenzie, associazioni e imprese del mondo degli eventi, dei congressi e della Live Communication, che si sono riuniti sotto l’hashtag #ItaliaLive, un progetto che vuole portare all’attenzione dell’opinione pubblica e delle istituzioni una grave crisi economica e sociale che sta attraversando il settore.

By Maurizio Quaranta



È stato approvato il DL Crescita che ha reintrodotto il superammortamento al 130% a partire dallo scorso 1° aprile 2019 per tutto il 2019 (valevole quindi sino al 31 dicembre 2019).

Ovviamente, e così come avvenuto in passato, il termine si allungherà di 6 mesi e potrà essere utilizzato per gli investimenti effettuati sino al 30 giugno 2020, a condizione che entro la data del 31 dicembre 2019, l’ordine risulti accettato dal fornitore al quale sia stato liquidato un acconto almeno pari al 20% del costo di acquisto del bene.
Così, infatti, recita “L’articolo 1 DL Crescita” approvato dal Consiglio dei Ministri il 3 Aprile sera con la formula “salvo intese”, ma ora già definitivamente confermato, con il testo originale perché, nel passaggio, non è stata apportata modifica alcuna.
Anche le regole per ottenere il bonus fiscale in questione non cambiano perché, proprio come recita sempre l’art.1, ai fini delle imposte sui redditi, il superammortamento al 130% vale sia per i soggetti titolari di reddito di imprese che per gli esercenti arti e professioni, quindi per tutti i liberi professionisti che come tali operano nel mondo odontoiatrico e che sono stati beneficiati, in questo modo, dal pacchetto per il rilancio degli investimenti. Infine, e solo per completare l’informazione, possiamo qui ricordare che con l’approvazione della Legge di bilancio 2019 è sopravvissuta l’agevolazione dell’iperammortamento anch’essa prorogata per tutto il 2019 con un incremento del bonus che è addirittura passato dal 250% al 270% utilizzabile, però, solo per quelle attrezzature funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale delle imprese secondo il modello Industria 4.0 in base a quanto previsto da una circolare del MISE. Nel settore dentale l’agevolazione si può applicare ad una serie di attrezzature legate alle nuove tecnologie per le quali il produttore ha ottenuto una dichiarazione di assenso da parte del MISE.
A differenza di quanto succede con il super-ammortamento il bonus dell’iperammortamento non è utilizzabile dai liberi professionisti (e dagli studi associati) mentre possono beneficarne le Società odontoiatriche (STP incluse) ed i laboratori odontotecnici.

'